Stefano Báthory

(Somlyo, Transilvania 1533 – 1586 Grodno)
Re di Polonia e Granduca di Lituania

Figlio del voivoda Stefan VIII Báthory e cresciuto alla corte viennese di Ferdinando d’Asburgo, nel 1549 si recò a Mantova per partecipare alle nozze di Caterina d’Austria con Francesca Gonzaga. Non si hanno notizie certe di un successivo ritorno a Vienna o nella nativa Transilvania. L’ipotesi di una permanenza a Padova si basa su una lettera del 12 novembre 1549, in cui viene menzionato – senza però specificarne il luogo – l’incontro tra il mittente, l’aristocratico ungherese Lörinc Révay (allora studente della città veneta) e i fratelli Báthory.

È comunque probabile un passaggio a Padova, ma mancano prove certe di frequenza universitaria. Incoronato nel 1576 re di Polonia, il Báthory perseguì una fortunata politica di espansione, garantendo per oltre un secolo al paese il dominio sul Baltico. Una sua statua, commissionata dall’ultimo sovrano di Polonia, Stanislaw August Poniatowski, sorge in Prato della Valle.

Stefano Báthory