ottocentenariouniversitadipadova > Progetti > Rileggere la nostra storia > Patavina libertas. Una storia europea dell’Università di Padova > Padua, nursery of arts. Ottocento anni di arte e architettura all’Università di Padova

Padua, nursery of arts. Ottocento anni di arte e architettura all’Università di Padova

Fin dalle origini dell’insegnamento universitario a Padova, i luoghi del sapere si intrecciavano strettamente con i luoghi di vita della città. Questa originaria simbiosi tra l’Ateneo e il patrimonio culturale urbano è venuta via via intensificandosi nei secoli e ha dato sostanza a un vero paesaggio cittadino universitario dove le realtà accademiche e di ricerca sono radicate nelle memorie architettoniche e artistiche della città. Nel corso del tempo l’Ateneo ha agito spesso come committente di edifici e opere d’arte, ma ha anche acquisito palazzi antichi con importanti cicli pittorici e collezioni artistiche di grande valore, facendo di questi orizzonti di memoria scenario e corredo della propria attività. Così, dal 1222 a oggi, la presenza dell’Università è riconosciuta come fattore attivo nel funzionamento della città e come soggetto importante nella valorizzazione delle sue memorie storiche. Il volume vuole illustrare, in un percorso diacronico, l’articolato patrimonio edilizio universitario e le collezioni storico-artistiche conservate al loro interno. Si prevede inoltre un’elaborazione attraverso sistemi aggiornati di realtà virtuale.

Responsabili del progetto: DBC – Dipartimento di Beni Culturali / Jacopo Bonetto